Home | News | Chi siamo | Dicono di noi | Sezioni | Gruppi |Contatti

 

Periodico dell'Associazione

 

Pier Giorgio Frassati...

 

Attività del Gruppo Allievi

1. Formazione umana
L’intero programma formativo presuppone la visione cristiana dell’uomo, il quale è voluto, creato e amato da Dio. Alla luce di ciò, la formazione umana mira alla maturazione fisica, affettiva e spirituale dell’Allievo, con particolare attenzione ai seguenti aspetti: la dignità della persona, la trasparenza, l’onestà, l’affidabilità, l’autentica libertà, la responsabilità, l’equilibrio di giudizio, il rispetto e l’amore degli altri e la capacità di collaborare con essi, la capacità di perdonare, la generosità nell’impegno, lo spirito di iniziativa, la comprensione della vita come vocazione corrispondente al piano divino per ciascuno.
2. Formazione religiosa
Per mezzo di una catechesi strutturata, fondata sulla Sacra Scrittura e sul Catechismo della Chiesa Cattolica, e di altre attività di natura liturgica e spirituale, la formazione religiosa mira allo sviluppo di una profonda amicizia con Gesù Cristo, alla conoscenza approfondita della fede cristiana, alla capacità di porre le grandi domande esistenziali e di rispondere ad esse alla luce della fede, all’adeguata valutazione delle principali correnti di pensiero del nostro tempo, ad aiutare l’Allievo a vivere in modo coerente, secondo le proprie convinzioni cristiane, ed a dare una testimonianza di vita cristiana attraente, gioiosa e convincente.
3. Formazione culturale
Lo scopo della formazione culturale è quello di sviluppare lo spirito di servizio e di fedeltà alla Chiesa e, in particolare, al Successore di Pietro, che caratterizza l’Associazione SS. Pietro e Paolo. Nel terzo anno gli Allievi parteciperanno ad un apposito corso di preparazione per il servizio nella Basilica di San Pietro, affiancando i Soci in determinati servizi liturgici. Inoltre, attraverso una serie di conferenze, incontri e visite, l’Allievo approfondirà la sua comprensione della storia della Chiesa, particolarmente della Chiesa di Roma, del Vaticano e della cultura cristiana in generale, soprattutto dell’arte e della musica sacra.
4. Formazione caritativa
La formazione caritativa cerca di sensibilizzare l’Allievo al mondo della sofferenza e della povertà nelle loro varie forme e di stimolare un autentico amore del bisognoso, in cui impara a vedere un fratello in Cristo. In questo, l’Allievo segue l’esempio del Beato Pier Giorgio Frassati, per il quale lo scopo della vita era di servire Cristo nell’uomo. Così farà fruttificare nella propria vita e nei rapporti con gli altri la forza misteriosa dell’amore contenuta nell’Eucaristia e capirà che la carità cristiana va oltre un’assistenza esclusivamente materiale ai bisognosi, implicando un rapporto umano caloroso ed evangelico.
5. Formazione sportiva
Con varie attività di educazione fisica, apprendimento di tecniche e gioco, la formazione sportiva è orientata al benessere e allo sviluppo fisico dell’Allievo, e all’acquisizione di alcuni valori necessari per vivere in modo completamente umano, tra i quali la consapevolezza del legame intrinseco tra l’osservanza di una regola e l’apprendimento disciplinato di varie tecniche, da una parte, e la creatività e la libertà autentica, dall’altra. L’enfasi, quindi, è sulla partecipazione ad un’attività insieme piacevole e pedagogica; non è necessario dimostrare particolari talenti sportivi.
6. Formazione musicale
Il corso di formazione musicale permette all’Allievo di perfezionarsi sia nel canto che nella musica strumentale, con particolare attenzione ai seguenti elementi: espressione di sé stesso attraverso la musica, acquisizione degli elementi fondamentali della musica, comprensione del rapporto tra la liturgia e la musica sacra, preparazione di cantori, animatori e musicisti per le celebrazioni liturgiche, formazione di nuovi membri dell’erigenda Banda Musicale dell’Associazione, apprezzamento della musica classica.
7. Visite, escursioni e pellegrinaggi
Nel corso dell’anno si prevede una serie di visite culturali, escursioni ricreative in campagna e pellegrinaggi, talvolta con pernottamento. Queste attività servono per far capire l’unità e l’interconnessione delle varie dimensioni della formazione e per consolidare i legami di amicizia tra gli Allievi stessi e con i responsabili del Gruppo. Ogni anno si organizza inoltre un campo estivo, della durata di circa dieci giorni, nei quali gli Allievi potranno tornare a vivere, anche dopo l'anno sociale, il medesimo spirito di amicizia, condivisione e spiritualità.
L’uniforme
Per promuovere un maggiore senso di appartenenza, ricordare l’impegno di dare un’autentica testimonianza cristiana e rafforzare l’unità tra di loro, gli Allievi indossano l’uniforme per tutte le attività. Oltre alla divisa sportiva, due tipi di uniforme sono in uso: l’uniforme cerimoniale, portata soprattutto per gli incontri domenicali in sede e per il servizio nella Basilica di San Pietro, e quella ordinaria, per le altre attività.

Inizio pagina