Home | News | Chi siamo | Dicono di noi | Sezioni |Gruppi |Contatti

 

p2

Come Giovanni...

 

 

BI_lunga

p0901

p0902

p0903

lsi capì subito la sera del 13 marzo 2013, quando affacciandos ip0905 dalla loggia centrale di San Pietro e presentandosi come Vescovo di Roma piuttosto che come 266.mo Pontefice della Chiesa universale Jorge Mario Bergoglio, con l’inedito nome di Francesco, avrebbe sorpreso il mondo cattolico e non solo.

Per la prima volta, nel libro del vaticanista e conduttore della rubrica “Stanze Vaticane” su Retequattro di Mediaset, Fabio Marchese Ragona, vengono intervistati alcuni Cardinali elettori nominati da Papa Francesco: alcuni svegliati in piena notte per ricevere la notizia della loro nomina, altri avvisati da parenti ed amici con un sms, qualcuno informato mentre si trovava in aeroporto, nella savana o a pranzo con gli amici.

I nuovi porporati di Francesco raccontano soprattutto il contesto in cui svolgono il loro servizio, con le sfide presenti e future che la Chiesa dovrà affrontare, svelando anche i motivi, finora poco conosciuti, di tante scelte inconsuete di Jorge Mario Bergoglio, un Papa che con il messaggio del Vangelo della Speranza e della Misericordia vuole una Chiesa “in uscita” per andare nelle “periferie esistenziali del mondo”.

Il piano delle interviste si apre con il Segretario di Stato, card. Pietro Parolin (Don Pietro), che con emozionante capacità narrativa descrive l’inizio di una sua giornata con un incontro curioso ed intimo nel luogo più carico di mistero del mondo. L’episodio si chiude con un finale inaspettato e carico di emozione degno del miglior sceneggiatore.

Il corso narrativo concentra l’attenzione sull’Esortazione apostolica “Amoris Laetitia” con il suo significato storico e sacramentale, esaminando i temi del discernimento e dell’uso del sacramento della penitenza per chi vive situazioni di “irregolarità”. Vengono analizzate tematiche delicate quali la concezione della “famiglia” intesa come unione formata da un uomo e da una donna (card. Kevin Joseph Farrell), la solidarietà e l’accoglienza dei migranti (card. Francesco Montenegro), le discussioni attorno all’eutanasia per i pazienti terminali e non (card. Josef De Kesel), le indicazioni di una forte crisi spirituale
in Spagna (card. Carlos Osoro Sierra) e gli squilibri politico-sociali dell’Italia contemporanea (card. Gualtiero Bassetti).

Con uno stile che coinvolge e spinge il lettore non solo a immaginare i luoghi ma anche le intensità emozionali e le ricadute sulle opinioni sociali e culturali della nostra epoca e con un approccio che permette ai collaboratori del Santo Padre di aprire il loro cuore, ci vengono presentati i loro più intimi segreti in un ipotetico dialogo privato con ciascuno di noi.

Inizio pagina