Home | News | Chi siamo | Dicono di noi | Sezioni |Gruppi |Contatti

 

pp0201

L'associazione in festa per...

 

pp0401

Salire alle stelle...

 

p1902

Il nuovo sistema informatico...

 

pp2002

In famiglia...

 

BI_lunga

p0701

Nell’aprile dell’anno 2019, concludendo il Sinodo dei giovani, Papa Francesco affermava che i giovani non sono solo il futuro del mondo, ma il presente e perciò vanno ascoltati, resistendo alla tentazione di fornire “risposte preconfezionate e ricette pronte”, guardando al positivo che c’è in loro e avendo la capacità “di individuare percorsi dove altri vedono
solo muri”.

p0702

Partendo da questa ispirazione, alcuni Giovani Soci, negli ultimi giorni del mese di giugno scorso, si sono ritrovati per cercare come continuare il percorso di formazione e di crescita spirituale iniziato o nel Gruppo Allievi o nel percorso con gli Aspiranti. Tale desiderio di ritrovarsi lo si poteva vedere dalla gioia con cui si raccontavano le avventure vissute durante il cammino di Santiago, oppure ricordando le camminate delle uscite domenicali, oppure i ritiri in cui si era approfondito la ricchezza della Parola di Dio e della Liturgia, scoprendo luoghi dove la fede è vissuta da Comunità religiose di diverse tradizioni. Da qui sono nati i primi due incontri dei giovani Soci:

3 ottobre: mentre la Chiesa celebrava il Pio transito di San Francesco, i Giovani Soci hanno avuto il loro primo incontro di formazione visitando la Cappella Sistina. La particolarità della visita non è stata tanto il fatto di essere soli nella Cappella più conosciuta al mondo, ma il fatto che è stato compiuto un percorso dove l’arte, la fede e la vita di ciascuno si è trovata intrecciata e interrogata. Alla normale spiegazione artistica, abbiamo avuto la fortuna di “sentir parlare” le figure stesse dipinte dal Michelangelo: ecco allora che il profeta Giona non è solo una testimonianza di bravura pittorica, ma la chiave interpretativa per comprendere il Giudizio Universale. Ancor più, ci siamo trovati dentro il rumore e il movimento delle figure che abitano la Cappella Sistina, sentendoci parte della storia della Salvezza e delle vicende della

Chiesa.

21 novembre: la luce della Cappella Redemptoris Mater nel palazzo Apostolico, ha accolto il secondo incontro dei Giovani Soci che, accompagnati anche da qualche Allievo, hanno potuto contemplare l’opera che Padre Rupnik, insieme al suo Atelier, ha pensato quale dono del Collegio cardinalizio per commemorare il 50º anniversario dell'ordinazione sacerdotale di papa Giovanni Paolo II nel 1996. Anche in questo incontro abbiamo scoperto come l’arte non sia solo qualcosa che riguarda i muri, ma attraverso la bellezza dei mosaici abbiamo potuto scoprire come la nostra vita possa diventare un’opera d’arte attraverso la concretizzazione della Parola di Dio nei gesti e nelle decisioni quotidiane.

p0703

Il cammino è iniziato, ed ora si sta già pensando a qualche incontro per il nuovo anno al fine di realizzare ciò che Papa Francesco ricordava durante il Sinodo dei Giovani: “A volte ho visto alberi giovani, belli, che alzavano i loro rami verso il cielo tendendo sempre più in alto, e sembravano un canto di speranza. Successivamente, dopo una tempesta, li ho trovati caduti, senza vita. Poiché avevano poche radici…”. Papa Francesco esprime così la sua convinzione che non è possibile un futuro senza radici e senza un cammino insieme agli altri.

Inizio pagina