Home | News | Chi siamo | Dicono di noi | Sezioni |Gruppi |Contatti

 

p2

Essere discepoli di...

 

p2

Essere giovani, più che...

 

FI1801

Francesco un papa che...

 

p1302

La Pasqua dell'Ass...

 

p1002

Il ritiro spirituale di...

 

I cento anni di fedeltà...

p16a

lqanno sociale 2018-2019 è stato particolarmente attivo per il Gruppo Allievi. Quest’anno, il Gruppo risulta composto da 17 giovani: sette del terzo anno, due del secondo e otto del primo. Le attività sono iniziate la scorsa domenica 16 settembre con la celebrazione della Santa Messa in sede e il consueto incontro di presentazione, al quale hanno partecipato gli Allievi e i loro familiari, come pure i responsabili e i formatori del Gruppo. Il Supervisore Stefano Milli, oltre ad illustrare il programma formativo dei ragazzi, ha presentato i suoi collaboratori, esprimendo apprezzamento e gratitudine per il loro impegno a favore degli Allievi.

p1602

I giovani seguono un percorso formativo che dura tre anni. Il primo anno è ideato come fosse un “noviziato” durante il quale i nuovi Allievi cominciano a conoscere l’Associazione e consolidano le basi della fede cristiana. Sotto la guida dei Soci e degli Allievi cerimonieri, i nuovi aderenti imparano a servire la Santa Messa e a proclamare la Parola di Dio nella liturgia. La bravura degli Allievi nel servizio liturgico è molto apprezzata dall’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice, che li invita spesso a servire le Messe presiedute dal Santo Padre. Oltre al servizio liturgico, gli Allievi del primo anno partecipano anche alle catechesi tenute dai Soci formatori; catechesi che hanno riguardato la persona di Gesù Cristo nel Vangelo di Matteo, i fondamenti della vita morale cristiana e la preghiera.

p1603

Nel corso del secondo e terzo anno, gli Allievi partecipano ad una catechesi più approfondita sul Credo, sui sacramenti e sui comandamenti, come pure ad un ciclo di lezioni culturali sull’Associazione, sulla Basilica di San Pietro, sul Papa e su diversi aspetti del “mondo vaticano” (la Santa Sede, la Curia Romana, lo Stato della Città del Vaticano, la diplomazia pontificia).

Durante il triennio, inoltre, i ragazzi partecipano ad una serie di incontri organizzati dal Socio Guido Orsi, dedicati allo sviluppo psico-attitudinale e ai diversi temi

caratteristici del mondo giovanile (le relazioni interpersonali, i rapporti tra giovani e genitori, la comunicazione, la risoluzione dei conflitti, la tutela dei minori, l’uso dei social network, ecc.).

Gli Allievi del terzo anno, poi, frequentano uno specifico corso di addestramento per i nuovi Soci, sotto la guida del Socio Marco Tinari. Questo corso ha lo scopo di fornire gli elementi teorici e pratici necessari per permettere ai nuovi Soci di offrire un servizio valido e professionale all’interno delle diverse Squadre che compongono la Sezione Liturgica dell’Associazione. Il corso prevede cinque incontri mensili, ciascuno di circa tre ore, nel periodo precedente l’ammissione.

Le uscite mensili rappresentano un elemento particolarmente importante nella formazione degli Allievi. Tali uscite possono essere costituite da escursioni nei dintorni di Roma, da visite culturali o da attività per rafforzare il senso di appartenenza al Gruppo e la capacità di lavorare in squadra (“team building”). Le escursioni, svolte in stile scout, richiedono un certo sforzo fisico, ma sempre proporzionato alle capacità dei giovani. Oltre alle camminate, che permettono di ammirare le bellezze della natura e le ricchezze del locale patrimonio storico-artistico, le escursioni sono caratterizzate anche da momenti di condivisione, divertimento e preghiera, e servono a rinsaldare le conoscenze reciproche, la fiducia e le amicizie.

La prima escursione di quest’anno ha avuto luogo il 30 settembre scorso nei pressi del Lago di Bracciano. Arrivati ad Anguillara, i ragazzi hanno camminato fino al piccolo Lago di Martignano, dove hanno disputato anche una informale partita di calcio; durante il percorso, hanno raggiunto un punto dove è possibile vedere entrambi i laghi (quello di Bracciano e quello di Martignano); questa escursione, piuttosto facile e quindi molto indicata per l’inizio dell’anno sociale, ha dato la possibilità di conoscere meglio i nuovi ammessi e di farli sentire ben accolti nel Gruppo.

Il 21 ottobre, gli Allievi hanno partecipato ad una giornata di “team building”, organizzata nei pressi di Bracciano dall’Associazione Sportiva Dilettantistica “Superbus”, continuando così una prassi introdotta già l’anno scorso. Che cosa è il “team building”? Un insieme di attività mirate a potenziare le capacità di lavorare in gruppo; le attività sono finalizzate a raggiungere una maggiore consapevolezza da parte delle risorse all’interno del gruppo, delle proprie capacità e dei propri limiti, in modo da poter utilizzare al meglio tale esperienza per incrementare la performance e “arricchire” l’organizzazione.

p1604

L’Associazione “Superbus” organizza tali attività all’aperto, in mezzo alla natura.

Inizio pagina