Home | News | Chi siamo | Dicono di noi | Sezioni | Gruppi |Contatti

 

Regolamento....

 

Statuto

Art. 1

L'Associazione SS. Pietro e Paolo, fondata nel 1971 per raccogliere l’eredità di ideali della Guardia Palatina d’Onore di Sua Santità, è formata da cattolici residenti a Roma o nella Città del Vaticano, desiderosi di rendere una particolare testimonianza di vita cristiana, di apostolato e di fedeltà alla Sede Apostolica, mediante le attività previste dal presente Statuto.

Art. 2

L'Associazione è costituita quale associazione di fedeli a norma del Codice di Diritto Canonico, con sede nella Città del Vaticano.

Art. 3

L'Associazione si compone di:

  1. Soci effettivi, che prestano regolarmente il servizio richiesto nelle Sezioni di cui agli articoli 5, 6, 7 e 8, partecipando attivamente alle iniziative spirituali e di formazione. La inattività determinatasi da cause di salute o di qualunque altra causa di forza maggiore non pregiudica, di per sé, la permanenza tra i Soci effettivi;
  2. Soci sostenitori, che, non potendo più prestare il servizio richiesto nelle Sezioni, intendono condividere gli ideali dell’Associazione e dare sostegno alle attività della medesima secondo le modalità definite dagli organi sociali, partecipando altresì ai principali appuntamenti della vita associativa;
  3. Soci benemeriti, rappresentati da coloro che al compimento di 75 anni erano annoverati tra i Soci effettivi o sostenitori. Gli stessi, fermo restando la possibilità di contribuire volontariamente al sostentamento dell’Associazione, sono esonerati dal pagamento obbligatorio delle quote annuali. I Soci benemeriti provenienti dai Soci effettivi, se ancora in grado e se lo chiedono, possono continuare a svolgere attività nella Sezione di appartenenza con il beneplacito del Dirigente della Sezione.
  4. Soci d’onore.

Dal requisito della residenza di cui all’art. 1 sono dispensati i Soci d’onore. Gli altri Soci possono essere dispensati, in casi eccezionali, con delibera del Consiglio di Presidenza.

 Art. 4

Per essere Soci effettivi è necessaria una età non inferiore agli anni 18.

Art. 5

L'Associazione si articola in tre Sezioni:
A - Sezione per le attività culturali e varie;
B - Sezione per le attività liturgiche;
C - Sezione per le attività caritative.

Art. 6

La Sezione per le attività culturali e varie promuove iniziative ed organizza eventi culturali ed ogni servizio atto alla formazione degli appartenenti all’Associazione nonché alla specifica preparazione dei Soci impegnati nelle attività liturgiche e caritative.

Art. 7

La Sezione per le attività liturgiche svolge, con adeguata preparazione, diversi servizi richiesti dai competenti Uffici della Santa Sede, in particolare in occasione di cerimonie pontificie, fra i quali quello di vigilanza e di ordine nella Basilica Vaticana.

Art. 8

La Sezione per le attività caritative offre la propria collaborazione al Servizio assistenziale del Santo Padre e promuove altre attività caritative approvate dagli organi sociali.

Art. 9

Gli organi della Associazione sono costituiti da:
A - l'Assemblea dei Soci;
B – il Consiglio di Presidenza;
C – il Presidente;
D - il Collegio dei Revisori.

 Art. 10

L'Assemblea è costituita da tutti i Soci. Ad essa, nei modi previsti dal Regolamento, spettano le seguenti competenze:

  1. impostazione generale del lavoro sociale;
  2. approvazione annuale delle relazioni sociali e del bilancio;
  3. elezione del Presidente, del Vice Presidente, del Tesoriere, del Segretario, dei Dirigenti delle Sezioni e del Collegio dei Revisori (tre membri);
  4. ratifica delle proposte di cambiamento dello Statuto o del Regolamento dell’Associazione.

Art. 11

L'Assemblea è convocata ogni volta ritenuto necessario dal Presidente dell’Associazione d’intesa con il Consiglio di Presidenza e, in ogni caso:

  1. una volta l'anno, per la scelta del Presidente dell’Assemblea, per l'impostazione e l'approvazione delle attività sociali e del bilancio;
  2. ogni volta che ne facciano richiesta scritta e motivata:
    1. un quinto di tutti i Soci;
    2. il Collegio dei Revisori;
  3. alla scadenza dei mandati, per il rinnovo delle cariche sociali secondo quanto previsto dal Regolamento in materia elettorale.

Il Presidente dell’Assemblea è scelto tra i Soci effettivi con almeno trenta anni di anzianità associativa e dura in carica un anno.
In caso di mancata scelta da parte dell’Assemblea oppure in caso di impedimento, il Presidente dell’Assemblea viene scelto dal Presidente dell’Associazione. Cessato l’impedimento rientra in funzione il Presidente scelto dall’Assemblea.

Art. 12

Il Consiglio di Presidenza è composto da:

  1. il Presidente dell'Associazione, che lo presiede;
  2. gli Assistenti spirituali;
  3. il Vice Presidente dell'Associazione;
  4. il Segretario;
  5. il Tesoriere;
  6. i Dirigenti delle Sezioni;
  7. il Presidente dell'Assemblea, con voto consultivo.

Art. 13

Il Consiglio di Presidenza delibera sull'andamento generale dell'Associazione. Al Consiglio spetta altresì nominare:

  1. i vice Dirigenti delle Sezioni, nel numero ritenuto opportuno;
  2. il vice Tesoriere ed i vice Segretari dell'Associazione;
  3. gli addetti a determinate funzioni esecutive, ordinarie o straordinarie, anche non Soci;
  4. i membri delle Commissioni che possono o devono essere istituite alle dipendenze del Consiglio di Presidenza.

Art. 14

Il Presidente dell’Associazione è eletto dall'Assemblea  a maggioranza assoluta dei votanti e confermato dalla Segreteria di Stato prima di entrare in carica.
In caso di mancata conferma, le elezioni svolte sono nulle e si dovrà ripetere l’intero iter elettorale per tutte le cariche, salvo disposizione diversa della Segreteria di Stato.
Il Presidente rappresenta l'Associazione e dirige le attività della stessa, a tenore delle norme del presente Statuto e del Regolamento.

Art. 15

Il Vice Presidente coadiuva il Presidente in tutte le sue funzioni e lo sostituisce in caso di assenza o di impedimento temporaneo.

Art. 16

Il Collegio dei Revisori, composto da tre Soci, i quali ne eleggono uno che funge da Presidente, è incaricato del controllo della gestione amministrativa e finanziaria dell’Associazione, nei modi previsti dal Regolamento.

Art. 17

L'Associazione ha un Assistente spirituale ed uno o più Vice Assistenti, nominati dalla Segreteria di Stato.
Gli Assistenti cooperano alla impostazione generale delle varie attività, con particolare riguardo all'aspetto spirituale, nonché alle celebrazioni liturgiche ed alla istruzione religiosa dei Soci. Si valgono, a tal fine, della diretta collaborazione delle tre Sezioni. Gli Assistenti godono degli stessi diritti dei Soci effettivi.

Art. 18

Tutte le cariche sociali elettive sono quinquennali, rinnovabili e non cumulabili.

Art. 19

Il bilancio dell'Associazione concerne le spese generali di ordinaria e straordinaria amministrazione, nonché le attività delle Sezioni.

Art. 20

Le entrate dell'Associazione sono costituite dalle quote sociali e dalle contribuzioni annuali stabilite a norma di Regolamento nonché da ogni eventuale offerta o donazione.

Art. 21

Ai Soci vengono rilasciati una tessera di appartenenza all'Associazione ed un distintivo di riconoscimento.

Art. 22

I provvedimenti disciplinari, a carico dei Soci, e la loro attuazione sono previsti dal Regolamento.

Art. 23

La interpretazione del presente Statuto spetta all'Assemblea.

Art. 24

Il presente Statuto può essere modificato su proposta del Consiglio di Presidenza ovvero di due terzi dei Soci effettivi, a maggioranza assoluta dei Soci riuniti in Assemblea. Ogni modifica resta sottoposta alla approvazione della Autorità competente.

Art. 25

In caso di estinzione dell'Associazione, tutti i beni di cui dispone, passano alla Santa Sede.

 

Emendato dalla Commissione Giuridica il, 3 gennaio 2013
Deliberato dal Consiglio di Presidenza il, 17 gennaio 2013
Ratificato dall’Assemblea sei Soci il, 27 gennaio 2013
Approvato dalla Segreteria di Stato il 22 giugno 2013 n. 16.192.

Inizio pagina

Documenti

 

Lettera Segreteria di Stato

Lettera Presentazione